La Guerra Greco-Gotica

Le alterne vicende della terribile guerra greco-gotica costrinsero i capi bizantini ad organizzare un fitto reticolo di presidi anche nelle zone interne. Nel nostro paese la fortificazione rotonda fatta costruire dai Romani a presidio della centuriazione di Maiano fu modificata in forma di chiocciola con una sola porta d’accesso carrabile posta in località detta il Cancello, ma non ci si limitò alla sistemazione della rocca, attorno alla quale devono aver scavato fossati e costruito muri. L’accorgimento più importante fu quello che dette il nome al nostro paese: un sistema di fortificazioni chiamati serre o chiusure.

Gli ingegneri greci, per impedire che gli eserciti passassero per la comoda valle delle Carbonaie corrispondente oggi alla circonvallazione sotto il Bosco Inglese, scavarono proprio qui un fosso con argini di sbarramento per tutta la sua larghezza in modo che le acque vi formarono presto uno o due laghetti, mentre sotto la rocca elicoidale, che un tempo era stata il torulus, fecero scavare la roccia e deviarono la strada. Quel profondo e ripido avvallamento dominato dal cassero era tale che i soldati di stanza nella rocca diventavano gli arbitri del castrum, potendo facil- mente sbarrare il passo ad eventuali nemici.

Serre chiamavano i genieri bizantini queste opere di ingegneria militare realizzate per difesa e Le Serre è appunto il nome del nostro paese.