IL PAESE DELLE SERRE
pianta1Serre di Rapolano è situato nella terra delle crete senesi, non lontano dalla valle dell'Ombrone, fra le colline del Chianti a Nord e la val di Chiana e la val d'Orcia a Sud. Ha importante funzione di crocevia turistico visto che pochi chilometri (30 circa) lo separano da Siena, Arezzo, Pienza e Montepulciano località ricche d'arte e di storia. Nelle vicinanze importanti stabilimenti idrotermali (Chianciano - Rapolano). Il castrum altomedievale delle Serre nacque durante la guerra greco-gotica: una vera rocca per la quale i Bizantini utilizzarono tutte le risorse della loro arte militare. Il nome deriva dalla funzione storica del castello che, insieme ad altre complesse opere d'ingegneria militare realizzate per la difesa, sbarrava le vie d'accesso. In età Ottoniana, verso la metà del X secolo, il borgo venne circondato da mura. Fu rafforzato ai tempi del Barbarossa, alla cui epoca risale la grancia, antico palazzo imperiale. Fu feudo dei Cacciaconti, decaduti i quali, si formò un comune rurale su cui Siena impose la propria sovranità. Nel corso del XIII secolo le antiche fortificazioni del castello imperiale, vennero adibite dall'Ospedale di Santa Maria della Scala, per concessione del Comune di Siena, a grancia, cioè magazzino fortificato, dotato di granai, tinai, oliviera e fienile. Ed è appunto l'edificio della grancia il nucleo medievale più bello ed antico, ancora oggi visibile all'interno della cinta muraria.
MONUMENTI
  • La Cappella di Piazza: costruita nel XV secolo quasi interamente in mattoni, a pianta grossomodo quadrata, con arco a tutto sesto sul lato frontale ed archi gotici ai fianchi, conserva tracce di affreschi quattrocenteschi.
  • La Chiesa di Santa Caterina: il piccolo ma sontuoso oratorio barocco espone in occasione delle feste di maggio pregevoli candelabri e sontuosi reliquari. Spicca un calice istoriato del quattordicesimo secolo, piccolo gioiello di arte gotica.
  • Il palazzo Gori-Martini: una bella facciata neo-gotica, opera dell'architetto Corbi, che risulta ben inserito nel contesto architettonico della Piazza XX Settembre.
  • Nei pressi del paese l'antichissima chiesa romanica di Sant'Andreino e l'antico oratorio della Madonna della Piaggia che conserva una Madonna del Latte della scuola di Ambrogio Lorenzetti.